Variante Tabacci. Va a P. Chigi e avvisa: "Rinforzo maggioranza con nuovo Governo"

Lorenzo Santucci
·1 minuto per la lettura
(Photo: Aleandro Biagianti / AGF)
(Photo: Aleandro Biagianti / AGF)

Bruno Tabacci va a Palazzo Chigi e avverte che l’operazione “costruttori” è complessa e, per riuscire, dovrà passare per un nuovo Governo. Il leader di Centro Democratico sta lavorando in queste ore alla ricerca dei “responsabili” che diano vita a un gruppo parlamentare di stampo centrista, capace di allungare la vita al Governo. L’obiettivo è quello di creare un progetto politico di più ampio respiro con punto di riferimento lo stesso premier Giuseppe Conte.

“I numeri ci sono ancora, mercoledì c’è una prova di fuoco e si vedrà quali sono le reali intenzioni, io penso che la possibilità di rafforzare la traduzione c’è, ma passa attraverso un Governo nuovo” ha dichiarato Tabacci fuori da Palazzo Chigi, dove ha incontrato Luigi Di Maio. ”Per togliere qualsiasi equivoco, ritengo che il presidente Conte è l’unico punto di equilibrio di questa coalizione. L’alternativa sono le elezioni”.

Secondo il deputato ex Dc “per concludere la crisi è necessario aprire un ventaglio di forze più ampie. Renzi al Senato ha fatto un discorso di rottura ma credo che in Italia Viva ci siano posizioni più concilianti. E poi c’è l’area dei liberal-democratici di Forza Italia”, ha concluso. Finora il reclutamento di Tabacci ha avuto maggior successo alla Camera che al Senato, dove è particolarmente in bilico la situazione per il Governo.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.