Variati a Salvini: aumentato il fondo di solidarietà comunale

Cro/Ska

Roma, 11 gen. (askanews) - Il sottosegretario all'Interno, Achille Variati, risponde alle affermazioni fatte in Emilia-Romagna dal leader della Lega Salvini sul Fondo di solidarietà comunale: "Salvini, come sempre, spara notizie in libertà. Questo governo non ha fatto alcun taglio sul fondo di solidarietà comunale, ma anzi lo ha incrementato di 100 milioni di euro per il 2020, di 200 milioni per il 2021 e di 300 milioni per il 2022. La ripartizione del fondo tra i comuni non è ancora completata, e nelle prossime settimane ci sarà l'assegnazione dei 100 milioni aggiuntivi, che potranno riportare in equilibrio i comuni che ad oggi risultano penalizzati. Ma è davvero incredibile che Salvini abbia la faccia tosta di parlare su questo tema: se non fossimo intervenuti, l'impostazione del sistema perequativo che aveva dato proprio il governo di cui era protagonista avrebbe penalizzato in misura devastante i comuni emiliani e romagnoli, così come quelli di molte altre regioni. Non solo: nella sua solita frenesia propagandistica, Salvini dimentica di citare altri e ben più pesanti numeri. Le risorse per gli enti locali, con questo governo, aumentano e di parecchio. La legge di bilancio ha destinato 2,5 miliardi di euro per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024, per contributi su efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. E sempre sulla sostenibilità vi è l'incremento dei contributi destinati ai comuni per la messa in sicurezza di edifici e territori, con aumenti dal 2020 fino al 2034 da 4,9 miliardi del passato governo a 8,8 miliardi. A cui si aggiungeranno infine dal prossimo anno altri 8,5 miliardi di euro per investimenti in progetti di rigenerazione urbana e contro il degrado sociale e dei territori. Incremento di 5 milioni annui del fondo di sicurezza urbana per il triennio 2020-2022 disposto dall ultima legge di bilancio. Le risorse sono destinate ad iniziative dei comuni per la prevenzione e il contrasto alla vendita e cessione di sostanze stupefacenti. Questi sono i fatti, altro che la propaganda".