Vasto incendio devasta la Gran Canaria, evacuate 5mila persone

incendio gran canaria

Circa 5mila persone sono state evacuate a causa dei violenti incendi che stanno devastando la Gran Canaria, arcipelago spagnolo a nord-est dell’Africa che fa parte delle Isole Canarie. I primi focolai sono apparsi sabato 17 agosto 2019, ed in breve tempo si sono allargati avanzato su due fronti in una zona montuosa dell’isola.

L’incendio alla Gran Canaria non è contenuto

Per tentare di spegnere il più velocemente possibile i roghi sono stati impiegati dieci mezzi tra aerei ed elicotteri. All’opera inoltre circa settecento vigili del fuoco che lavorano a terra, tra cui duecento militari. Purtroppo la situazione non è ancora sotto controllo.

“L’incendio non è né contenuto né stabilizzato”, ha ammesso il presidente regionale delle Isole Canarie, Angel Victor Torres, nel corso di una conferenza stampa organizzata nella giornata di domenica 18 agosto. Le autorità hanno spiegato infatti che gli ingenti sforzi per contrastare gli incendi sono ostacolati dalle alte temperature, dai forti venti e dalla bassa umidità.

Evacuate 5mila persone

Da qui la decisione di evacuare residenti e turisti da dozzine di località della famosa isola turistica, quelli che si trovavano nelle zone più vicine ai roghi. Sono invece undici le strade che sono state chiuse al traffico, perché lambite dalle fiamme. Gli incendi sono iniziati nei pressi alla città di Tejeda e dopo 24 ore erano già andati distrutti 1.700 ettari. E’ la seconda volta nell’arco di una settimana che la stessa area della Gran Canaria va a fuoco.