Vasto incendio su Los Angeles, due morti e 100mila persone evacuate

incendio-los-angeles

Un enorme incendio ha colpito nelle ultime ore l’area metropolitana della città di Los Angeles, provocando finora due morti e oltre 100mila evacuati. Il rogo, divampato nella notte tra il 10 e l’11 ottobre sembra sia stato innescato da un camion della nettezza urbana che ha scaricato rifiuti in fiamme tra la vegetazione. Sono al momento all’opera le operazioni di spegnimento, anche se con notevole difficoltà a causa dei forti venti che stanno soffiando in questi giorni sulla California.

Vasto incendio su Los Angeles

Stando a quanto riportato dalla Cnn il rogo, denominato Saddleridge dalle autorità, oltre 12mila abitazioni a nord di Los Angeles sono state obbligatoriamente evacuate mentre in mattinata il distretto scolastico cittadino ha annunciato la chiusura di alcune scuole nelle vicinanze delle fiamme. Il soprintendente Austin Beutner ha a tal proposito dichiarato: “La nostra priorità rimane la sicurezza degli studenti e del personale, oltre a garantire che le attività scolastiche, incluso il transito sicuro di studenti, famiglie e personale da e verso le scuole, non ostacolino le operazioni dei Vigili del Fuoco e le evacuazioni delle abitazioni”.

Il Los Angeles Times ha riportato inoltre come le fiamme stiano bruciando un media di 800 acri di terreno ogni ora. Secondo il quotidiano, una delle due vittime accertate per il momento sarebbe morta per un attacco cardiaco mentre stava parlando con dei Vigili del Fuoco, mentre la seconda sarebbe una donna 89enne deceduta dopo che le fiamme hanno raggiunto la sua abitazione sita nel Villa Calimesa Mobile Home Park, una delle zone maggiormente colpite dall’incendio. Oltre all’evacuazione della case sono anche stati chiusi al traffico alcuni tratti delle tre principali autostrade della regione.

Gli incendi dello scorso anno

Le fiamme che stanno avvolgendo Los Angeles n questo momento sembrano la riproposizione del devastante incendio che colpì il nord della California nel novembre dello scorso anno. All’epoca i roghi bruciarono oltre 150mila acri di terreno e provocarono la morte di 85 persone. Gli incendi, la cui propagazione venne favorita dall’anomala siccità del periodo, colpirono principalmente la Contea di Butte causando danni per 16 miliardi e mezzo di dollari, dei quali oltre 4 miliardi su strutture che non erano coperte dall’assicurazione. Gli incendi di Camp Fire sono considerati ad’oggi quelli con più vittime nella storia della California.