Vaticano: Benedetto XVI uomo di verità, non coprì pedofilia

Silao (Messico), 25 mar. (LaPresse/AP) - Sia papa Benedetto XVI che il suo predecessore Giovanni Paolo II sono "uomini di verità e trasparenza. Penso che sia veramente ingiusto considerare papa Benedetto come qualcuno che ha lavorato contro la verità e la trasparenza". Lo ha detto padre Federico Lombardi, portavoce del Vaticano, rispondendo alle critiche sollevate da Alberto Athie, ex prete e co-autore del libro presentato ieri 'La voluntad de no saber' ('La volontà di non sapere'), che ripercorre la vicenda del sacerdote messicano Marcial Maciel, fondatore della congregazione dei Legionari di Cristo, riconosciuto colpevole di pedofilia. Athie ha chiesto al pontefice di riconoscere pubblicamente la responsabilità per gli abusi commessi da Maciel. Nelle brevi dichiarazioni rilasciate ieri, Benedetto XVI non ha fatto riferimento diretto allo scandalo. Ma, secondo Lombardi, le parole del pontefice sulla necessità di proteggere i bambini dalla violenza si riferivano anche alla necessità di difenderli dagli abusi sessuali.

Ricerca

Le notizie del giorno