Vaticano: da lunedi consultabili milioni di documenti su Pio XII -4-

Cro-Mpd

Città del Vaticano, 29 feb. (askanews) - I diversi archivi della Santa Sede potranno ospitare nel loro complesso circa 120 ricercatori che in alcuni casi potranno fruire della digitalizzazione dei documenti e spesso potranno interrogare in formato digitale i nuovi inventari. In Archivio Vaticano (che può ospitare quotidianamente 60 ricercatori) le prenotazioni per la consultazione dei documenti del pontificato di Pio XII sono incominciate dai primi di ottobre; quelle sinora pervenute sono state distribuite nell'arco di diversi mesi (sino a maggio-giugno), cercando di garantire nella concessione dei posti un certo equilibrio fra gli studiosi del pontificato di Papa Pacelli e quelli di altri periodi.

I quasi vent'anni del pontificato di Eugenio Pacelli, complessi e drammatici, abbracciano la seconda Guerra mondiale, la ricostruzione, la contrapposizione dei blocchi occidentale e orientale ma anche istanze e fermenti nati in questo periodo nella Chiesa e nella società e sviluppatisi negli anni successivi. L'importanza dell'apertura consiste nella possibilità offerta agli studiosi di accedere a tutte le fonti studiando questi e altri problemi da un punto di vista che sinora non era possibile. Gli anni del pontificato pacelliano sono caratterizzati anche da una marcata globalizzazione della società e dall'apertura della Chiesa a una dimensione meno eurocentrica e più universale. Pio XII incontrò una quantità e una varietà enorme di persone, non solo nell'Anno Santo del 1950. Nel 1952 le persone ricevute in udienze furono quasi mezzo milione: orfani e mutilati di guerra, contadini, minatori, sportivi, giornalisti e psicologi sportivi, medici, artisti, astronomi… Per offrire a tutti un messaggio di comprensione e di stimolo il Papa preparava minuziosamente i suoi discorsi che ancora oggi colpiscono per l'altissimo livello deontologico, tecnico e scientifico. Anche questo aspetto della sua versatilità intellettuale e della sua sensibilità pastorale potrà essere studiato nel dettaglio nei fondi archivistici ora resi disponibili alla consultazione degli studiosi.