Vaticano, 'Milanese diffamato': cooperativa Osa querela l'Espresso

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

La cooperativa Osa, di cui è presidente Giuseppe Milanese, querela l'Espresso. "Apprendiamo con particolare turbamento dalla lettura di due articoli sull’edizione on line dell’Espresso ('La cricca del Vaticano prova ad accusare papa Francesco per salvarsi', 13/11/2020) e su quella cartacea ('Una cricca contro Francesco', 15/11/2020) - si legge in una nota firmata dal legale rappresentante di Osa Massimo Proverbio - di accuse infamanti, diffamatorie e del tutto infondate che coinvolgerebbero il presidente della Cooperativa Osa Operatori Sanitari Associati Giuseppe Maria Milanese e la stessa cooperativa".

"Il tentativo di gettare discredito sulla vicenda umana e professionale del dottor Milanese, il quale non risulta indagato nell’inchiesta in esame, e sulla ultratrentennale storia di lavoro, passioni e professionalità degli oltre 4mila soci della cooperativa Osa - prosegue Proverbio - è tanto più grave perché interviene dopo che tutti i diversi argomenti artatamente utilizzati nell’articolo per alimentare torbide suggestioni sono stati ampiamente chiariti, dapprima agli inquirenti e poi anche a mezzo stampa. Abbiamo perciò dato mandato all’avvocato Francesco Caroleo Grimaldi di sporgere querela".