Vaticano: mons. Perlasca presenta istanza come parte lesa, Tribunale si riserva

(Adnkronos) - Colpo di scena alla 14 esima udienza davanti al Tribunale Vaticano per lo scandalo finanziario legato alla compravendita del Palazzo londinese di Sloane Avenue: mons.Alberto Perlasca, considerato il teste chiave del processo, attraverso il legale Alessandro Sammarco, ha presentato richiesta di costituzione parte civile nel processo sia nei confronti del cardinale Becciu che nei confronti di altri quattro imputati, Gianluigi Torzi, Fabrizio Tirabassi, Enrico Crasso Nicola Squillace. Il Tribunale si è riservato sulla decisione. Da registrare inoltre che i legali degli altri imputati si sono opposti.

Nel dettaglio, Perlasca ritiene di essere parte lesa e vorrebbe costituirsi parte civile contro Becciu per il capo di imputazione di subornazione di testimone in quanto, a suo dire, il cardinale Becciu si sarebbe rivolto all’allora vescovo di Como Cantoni affinché Perlasca ritrattasse la sua testimonianza. Inoltre Perlasca chiede la costituzione di parte civile nei confronti degli imputati sopracitati per l’imputazione di truffa perché avrebbero indotto Perlasca a firmare un framework agreement affinché si vendessero le mille azioni del Palazzo londinese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli