Vaticano: "Nel 2020 Apsa ha pagato 5,95 mln di euro per Imu e 2,88 mln per Ires"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: vatican news - getty)
- (Photo: vatican news - getty)

Il Vaticano, attraverso i suoi media, sembra rispondere a Fedez che ieri, dopo la nota al governo sul ddl Zan, ha detto che la “Santa Sede non paga le tasse e accusa l’Italia”. Il chiarimento da parte vaticana arriva con una nota non firmata: “A proposito di ciò che viene ripetuto in questi giorni, può essere utile ricordare che nel 2020 l’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica ha pagato allo Stato italiano per i suoi immobili e le sue attività le seguenti imposte: 5,95 milioni di euro per Imu e 2,88 milioni di euro per Ires”.

“A queste - dice la nota - vanno aggiunte le imposte pagate dal Governatorato dello Stato della Città del Vaticano, quelle della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, del Vicariato di Roma e delle singole diocesi del territorio italiano”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli