Vaticano, nuova legge rafforza l'ufficio della Procura generale

Ska

Città del Vaticano, 16 mar. (askanews) - La nuova legge sull'ordinamento giudiziario vaticano promulgata oggi da Papa Francesco stabilisce che almeno uno dei magistrati ordinari dell'ufficio del promotore di giustizia (procura generale) svolge le proprie funzioni in regime di tempo pieno, senza avere rapporti di lavoro subordinato né svolgere attività libero-professionali con carattere continuativo.

Nella legge vengono poi, per la prima volta, dettate specifiche norme per l'Ufficio del Promotore di giustizia, così marcando la distinzione tra magistratura giudicante e requirente, e tuttavia assicurando anche a quest'ultima autonomia e indipendenza nell'esercizio delle sue funzioni.