Vaticano: ordinanza Torzi, 'allarmante facilità per organizzare operazioni fraudolente'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 apr. (Adnkronos) – "Allarmante è la facilità con cui Gianluigi Torzi ed i suoi collaboratori siano riusciti a organizzare le operazioni fraudolente, individuando e sostituendo in brevissimo tempo le società da utilizzare per l’emissione e l’utilizzo delle fatture false, necessarie per riscuotere un cospicuo credito personale, celato da fittizi contratti di consulenza, predisposti all’uopo da professionisti, anche attraverso la falsa retrodatazione della variazione del codice Ateco". Lo scrive il gip di Roma Corrado Cappiello nell’ordinanza di misura cautelare con cui ha disposto l’arresto per il broker Gianluigi Torzi, già coinvolto nella vicenda della compravendita dell’immobile al numero 60 di Sloane Avenue a Londra.

"Analogamente a dirsi per la rapidità di reinvestimento in Italia degli ingenti (15 milioni di euro) proventi illeciti delle condotte perpetrate da Torzi ai danni della Segreteria di Stato – sottolinea il giudice – Pertanto, anche in ragione della protrazione nel tempo delle diverse condotte, deve ritenersi che i gravi reati in contestazione non siano il frutto di circostanze occasionali o sporadiche, ma di una vera e propria strategia economica tesa a frodare il Fisco attraverso collegamenti societari, schermi giuridici e specifiche collaborazioni professionali".