Vaticano, Ratzinger rinuncia a eredità del fratello

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Il Papa emerito Benedetto XVI avrebbe rinunciato all'eredità lasciata dal fratello Georg, sacerdote e direttore del coro della cattedrale di Ratisbona, morto il primo luglio scorso. Lo riferiscono i media tedeschi spiegando che tra i beni ci sono brani e arrangiamenti musicali di Georg Ratzinger oltre ad una piccola biblioteca e foto di famiglia. La casa dove abitava il fratello del Papa emerito a Ratisbona era già di proprietà di una fondazione del monastero.

Sempre a detta della stampa tedesca, il Vaticano diventerebbe così il destinatario dell'eredità di Georg Ratzinger. Una fonte anonima vicina a Benedetto XVI ha detto all'agenzia KNA che il Papa emerito porta i ricordi del fratello "nel cuore" e che non può più "raccogliere beni materiali".

Quanto alla salute del Papa emerito, secondo voci circolate sui social, Benedetto, che ha compiuto 93 anni, si sarebbe indebolito e non sarebbe più in grado di celebrare messa a causa della gravità delle sue condizioni di salute. Voci subito smentite dal segretario personale, mons. Georg Gänswein.