Vaticano: in rosso bilancio Santa Sede, nel 2011 perdite per... (1upd)

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 5 lug - ''Il Bilancio

consuntivo consolidato della Santa Sede per l'anno 2011

chiude con un disavanzo di Euro 14.890.034'': e' quanto si

legge nel comunicato diffuso oggi al termine della riunione

del Consiglio di Cardinali per lo Studio dei Problemi

Organizzativi ed Economici della Santa Sede, presieduta dal

Segretario di Stato vaticano, card. Tarcisio Bertone. La

riunione si e' svolta lunedi' e martedi' scorso, e vi hanno

preso parte i 15 cardinali membri della commissione, oltre ai

vertici del Governatorato dello Stato Citta' del Vaticano,

della Prefettura per gli Affari Economici, della Radio

Vaticana e dello Ior. All'incontro ha presentato una sua

relazione anche Maurizio Prato, uno dei revisori

internazionali che certificano i conti della Santa Sede. Il

bilancio vaticano torna 'in rosso' dopo l'avanzo fatto

registrare nel 2010 (quasi 10 milioni di euro), che era

arrivato pero' dopo tre anni consecutivi di perdite. ''I

capitoli di spesa piu' impegnativi - spiega il comunicato

vaticano - sono stati quelli relativi al costo del personale

che, al 31 dicembre u.s., contava 2.832 unita', e ai mezzi di

comunicazione sociali, considerati nel loro complesso''. ''Su

tale risultato - precisa la nota - ha influito l'andamento

negativo dei mercati finanziari mondiali che non ha

consentito di raggiungere gli obiettivi preventivati''.

Il bilancio della Santa Sede - che comprende le spese per

i dicasteri vaticani, la Segreteria di Stato, le nunziature,

nonche' per i media come la Radio Vaticana e l'Osservatore

Romano, in rosso complessivamente per 18 milioni - e' coperto

in parte da un 'dividendo' pagato dallo Ior di 49 milioni di

euro. Al bilancio della Santa Sede contribuiscono anche le

Chiese del mondo, in base al canone 1271 del Codice di

Diritto Canonico.Il contributo e' passato dai 27.362.258,40

dollari del 2010, ai 32.128.675,91 dollari del 2011. Un

ulteriore finanziamento e' arrivato anche dagli ordini

religiosi, cresciuto dai 747.596,09 dollari del 2010 ai

1.194.217, 78 del 2011. ''Complessivamente, pertanto, vi e'

stato un aumento del 7,54% rispetto al 2010'' di questi

contributi, sottolinea il comunicato vaticano.

Ricerca

Le notizie del giorno