Vauro difende Pio e Amedeo: ''Polemica ipocrita, satira è scorretta per definizione''

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

La polemica che si è scatenata sul monologo di Pio e Amedeo ''è ipocrit a. La satira è scorretta per definizione''. E' quanto dice il vignettista Vauro Senesi all'Adnkronos difendendo il duo comico e spiegando che ''ogni linguaggio è comprensibile nel suo contesto. Nel linguaggio satirico che può essere vicino a quello comico il politicamente scorretto è un ingrediente essenziale, il portare certi luoghi comuni fino al loro paradosso è uno dei meccanismi della satira.

"Nel contesto satirico -prosegue Vauro- il linguaggio è chiaro, chi ne usufruisce sa benissimo che quello è un linguaggio volutamente alterato, grottesco è paradossale. Altra cosa invece è il linguaggio politico . Se nel linguaggio politico si usano termini come 'negro' o 'frocio' il significato, essendo il contesto del tutto diverso, è del tutto stravolto. Mentre il linguaggio satirico può provocare addirittura l’effetto di stigmatizzare questi luoghi comuni -conclude il vignettista- nel linguaggio politico invece c'è spesso la volontà di perpetrarli (i luoghi comuni, ndr) per rincorrere le famose 'pance'", conclude.

(di Alisa Toaff)