Vauro: ''Telefonata Fedez con Rai mi ricorda quella che fece Masi ad 'Anno Zero'''

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Alla Rai non è cambiato niente. Io e Santoro siamo stati cacciati almeno varie volte, io tre, l'ultima volta dopo le vignette sul terremoto dell'Aquila. La telefonata tra Fedez e i vertici di Rai3 mi ha ricordato la famosa telefonata che fece Mauro Masi (all'epoca direttore generale Rai, ndr) in diretta ad 'Anno Zero' quando disse che non si doveva andare in onda ma che non lo censurava''. Così il vignettista Vauro all'Adnkronos sulle polemiche che si sono scatenate sul caso Fedez. ''Fedez ha fatto benissimo a dire quello che pensava -sottolinea- il problema non è Fedez ma l’invasività dei partiti, di questo criterio di mediocrità applicato praticamente a tutte le istituzioni di questo paese. Penso che la politica sia totalmente ipocrita perché si sa benissimo che spesso, non solo le nomine dei dirigenti ma anche dei redattori, le fanno i partiti, assumendo come criterio la mediocrità e l’obbedienza'', conclude Vauro.

(di Alisa Toaff)