Vela: Jules Verne Trophy, codice verde per il maxi-trimarano Sails of Change

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 nov. (Adnkronos) – Dona Bertarelli, Yann Guichard e il loro equipaggio di 9 velisti lasceranno gli ormeggi giovedì 25 novembre per il tentativo di battere il record di percorrenza del Jules Verne Trophy. La mattina presto, il maxi-trimarano Sails of Change partirà dal porto di La Trinité-Sur-Mer (Morbihan) per raggiungere la linea di partenza al largo di Ushant. L’obiettivo è fare il giro del mondo a vela, senza scalo e senza assistenza, doppiando i tre capi: Buona Speranza, Leeuwin e Horn, impiegando un tempo minore rispetto a quello di Francis Joyon e del suo equipaggio che nel 2017 impiegarono 40 giorni, 23 ore, 30 minuti e 30 secondi. In questa sfida, l'equipaggio del maxi-trimarano Sails of Change è portacolori della Campagna #30×30, che mira a proteggere il 30% del pianeta entro il 2030 e quindi a sensibilizzare il pubblico su questa causa.

Giovedì mattina il maxi-trimarano Sails of Change lascerà il porto di La Trinité-Sur-Mer (Morbihan). A bordo, gli 11 velisti del più grande trimarano da regata oceanica del mondo faranno rotta verso l'isola di Ouessant, al largo del Finistère. Più tardi in giornata taglieranno la linea di partenza del Jules Verne Trophy, situata tra il faro di Créac'h e quello di Capo Lizard, con l'obiettivo di battere il record del giro del mondo a vela di 40 giorni, 23 ore, 30 minuti e 30 secondi, con i colori di Sails of Change e della campagna #30×30.

Per questo quarto tentativo di record, il team guidato dallo skipper Yann Guichard ha fatto tutto il possibile per migliorare le prestazioni del trimarano. In particolare, lo scafo della barca è stato accorciato di tre metri per fornire un migliore equilibrio al timone e ridurre le vibrazioni; il pozzetto è stato completamente ridisegnato per fornire più comfort a bordo e ridurre l’esposizione al vento, al mare e alla pioggia, il piano velico del maxi-trimarano è stato riprogettato, l'aerodinamica del trimarano è stata migliorata ed infine la barca è stata alleggerita. A bordo con Dona Bertarelli e Yann Guichard ci sarà un equipaggio che racchiude in sé le caratteristiche dell'esperienza di navigatori oceanici esperti e l’energia di giovani velisti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli