Veltroni: scorta a Segre, clima insopportabile per democrazia

Fdv

Roma, 7 nov. (askanews) - Troppi insulti e minacce: Liliana Segre da oggi avrà la scorta. "Esiste nel nostro Paese una delle sopravvissute della Shoah, ed è sotto scorta? Ma stiamo scherzando?", si chiede indignato Walter Veltroni in diretta a Circo Massimo, su Radio Capital.

"È una cosa che dovrebbe far fermare le istituzioni e il paese, le forze politiche dovrebbero prendere posizione. Mi sbaglierò, sarò troppo legato all'idea che la democrazia e la libertà non sono acquisite una volta per tutte, ma questo fatto testimonia di un clima in questo paese insopportabile per una democrazia". Un clima che, continua Veltroni, "è legittimato da toni e atteggiamenti da parte della politica, e non mi riferisco solo a chi si può più esplicitamente immaginare, ma a un clima assurdo che si è creato, di demagogia, di populismo, di luoghi comuni, di banalità, per cui i grandi nemici delle scorte sono le persone più scortate che abbia mai visto in vita mia".