Veneto, Ciambetti: scomparsa Scimone lascia vuoto nella cultura

Fdm

Venezia, 6 set. (askanews) - "È profondo il cordoglio per la morte del Maestro Claudio Scimone, nome indissolubilmente legato non solo al Conservatorio di Padova e ai Solisti Veneti, ma al mondo della musica in generale e veneta in particolare. Il mio è un dolore autentico, personale, ma credo di interpretare in questo momento il pensiero di tutto il Consiglio regionale del Veneto". Sono le parole del Presidente dell'Assemblea legislativa veneta Roberto Ciambetti che aggiunge: "Con lui se ne va un 'Leone del Veneto', e non si tratta di un modo di dire perché nel 2005, per primo nel vastissimo panorama degli uomini di cultura veneti, ricevette, nell'ambito della terza edizione che si svolse alla Fenice di Venezia, la massima onorificenza regionale riservata ai cittadini veneti o di origine veneta che si sono particolarmente distinti nel campo delle scienze e delle arti. Claudio Scimone, dopo migliaia tra concerti, incisioni e magistrali esecuzioni, ha diffuso in tutto il mondo la musica e la cultura veneta nella sua massima espressione. Il suo è un lascito culturale e morale enorme che abbiamo il dovere di preservare, che dovrà essere di stimolo per le prossime generazioni e ulteriormente messo a frutto nel futuro".