Veneto, Lanzarin: ok a nuova dotazione organico Iov

Fdm

Venezia, 4 dic. (askanews) - L'Istituto Oncologico Veneto - IOV, Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) nazionale, ha di fronte un triennio di crescita e sviluppo sul piano delle dotazioni di personale. La Giunta regionale del Veneto, su proposta dell'Assessore alla Sanità, Manuela Lanzarin, ha infatti approvato il nuovo Piano Triennale 2019.2021 relativo ai fabbisogni di personale, definendo contestualmente il necessario incremento dei fondi contrattuali. Per quanto riguarda la Dirigenza Medica, la Dirigenza Sanitaria e quella dei Ruoli Amministrativi, si passa a un totale di 308 figure, contro le 122 di prima. Il personale del comparto (infermieri, ostetriche, tecnici sanitari, amministrativi professionali) passa da una vecchia dotazione di 366 unità a 1.005. L'incremento complessivo dei fondi contrattuali è pari a 23 milioni 993 mila 592 euro. "Lo IOV - riferisce l'Assessore Lanzarin - presenta presso le sue varie sedi, non dimentichiamo il grande sviluppo con l'apertura all'Ospedale di Castelfranco Veneto, un'attività consolidata e di riconosciuta qualità, con una domanda di prestazioni da parte dei pazienti, dal Veneto ma anche da fuori regione, in forte crescita. Questa si è generata anche grazie al potenziamento delle dotazioni tecnologiche, come ad esempio avvenuto per la radioterapia con l'aumento del numero di Acceleratori. Questa crescita, positiva e attesa, va sostenuta con l'inserimento del personale necessario a far funzionare tutto al meglio. Da qui la decisione di avviare un grande sforzo, sia come numero di figure professionali, che come impegno finanziario da dedicare al personale". Le assunzioni del nuovo personale dovranno essere autorizzate dall'Area Sanità e Sociale della Regione nel limite del tetto di spesa annualmente fissato. La Dirigenza Medica passa da 90 figure a 259, compresi 70 trasferimenti dall'Ulss 2 Marca Trevigiana ove opera la sede staccata dello IOV presso l'Ospedale di Castelfranco, con un aumento effettivo di 99 unità e un costo di 8 milioni 324 mila euro. La Dirigenza sanitaria passa da 24 a 37 posizioni, 3 delle quali trasferite dall'Ulss 2, con un aumento effettivo di 10 posizioni e un costo di 692 mila 512 euro. La Dirigenza Tecnico-Amministrativa passa da 8 a 12 figure, con un aumento effettivo di 4 e un costo di 256 mila 699 euro. Il Personale Infermieristico/Ostetrico passa da una vecchia dotazione di 174 a una nuova di 504, di cui 98 trasferimenti dall'Ulss 2, con un aumento effettivo di 232 unità e un costo di 7 milioni 936 mila euro. Il Personale Tecnico-Sanitario passa da 59 persone a 183, di cui 43 trasferimenti dall'Ulss 2 e un aumento effettivo di 81 posizioni con un costo di 2 milioni 920 mila euro. Gli Operatori Socio Sanitari e gli Operatori Tecnici di Assistenza (OSS e OTA) passano da 53 a 177, 33 dei quali trasferiti dall'Ulss 2, con un aumento effettivo di 91 e un costo aggiuntivo di 2 milioni 530 mila euro. Altro personale di Ruolo Tecnico (non OSS e OTA) passa da 10 a 23 addetti, di cui 5 dall'Ulss 2, con un aumento effettivo di 8 e un costo aggiuntivo di 171 mila euro. Il Personale di Ruolo Amministrativo Professionale passa da 70 a 118, di cui 8 dall'Ulss 2, con un aumento effettivo di 40 e un costo di 1 milione 159 mila euro. Il totale della nuova dotazione organica dello IOV è quindi pari a 1.313 figure contro le 488 precedenti. Il personale trasferito dall'Ulss 2 è in totale di 260 operatori, il che porta a 565 l'aumento della nuova dotazione effettiva per un costo complessivo di 23 milioni 993 mila euro.