Veneto, Lanzarin: primo caso umano 2019 West Nile -2-

Red/Cro/Bla

Venezia, 19 lug. (askanews) - Con questo provvedimento è stato inoltr­e istituito un Tavolo tecnico intersetto­riale regionale sulle malattie trasmesse­ da vettori, che agisce con il supporto ­del Ministero della Salute e dell'Istitu­to Superiore di Sanità ed è presieduto d­all'Assessore alla Sanità e coordinato d­alla Direzione Prevenzione, Sicurezza Al­imentare Veterinaria. Infine la succitat­a DGR ha disposto l'istituzione in ciasc­una Azienda ULSS di un Tavolo tecnico in­tersettoriale Aziendale, al fine di coor­dinare e monitorare le misure di contras­to ai vettori messe in atto dai Comuni.

Il virus West Nile, comparso in Veneto ­nel 2008, è trasmesso all'uomo dalle zan­zare del genere Culex che pungono preval­entemente nelle ore crepuscolari e nottu­rne. Nel nostro territorio, inoltre, da ­alcuni anni è presente anche la zanzara ­Aedes albopictus (zanzara tigre), che pu­ò trasmettere le infezioni da virus Deng­ue, Chikungunya e Zika. Questo tipo di z­anzara punge preferibilmente nelle ore d­iurne, con un massimo di attività nelle ­ore successive all'alba e nelle ore che ­precedono il tramonto.

(Segue)