Veneto, Pan: a Caorle impianto unico filiera corta vongole

Fdm

Venezia, 16 set. (askanews) - "Prima l'importante traguardo della certificazione di sostenibilità, che OP Biavalvia Veneto ha ottenuto un anno fa per prima nel Mediterraneo. E ora il primo impianto industriale di confezionamento e commercializzazione delle vongole e dei molluschi bivalva: dai produttori dell'Alto Adriatico arriva una lezione perfetta di 'filiera corta' e di investimento strategico per dare valore al grande impegno e lavoro dei pescatori". L'assessore regionale alla pesca Giuseppe Pan si congratula con l'OP Bivalvia Veneto e con il suo presidente Gianni Stival per il nuovo impianto tecnologico realizzato a Caorle.

Impossibilitato a presenziare alla festa di inaugurazione per concomitanti impegni politico-istituzionali, Pan sottolinea con orgoglio il pieno sostegno che la Regione Veneto ha inteso dare all'intraprendenza e al disegno imprenditoriale della società cooperativa del mare veneto.

"L' impianto tecnologico di Caorle - ricorda l'assessore - è stato realizzato anche grazie al contributo pubblico di 640.000 euro, reso disponibile dal piano operativo del FEAMP 2014-2020 (Misura 5.69), per consentire di valorizzare il prodotto molluschicolo locale di eccellenza del Veneto, in particolare le vongole di mare ma non solo, che nella genuinità, nella freschezza e nella territorialità hanno i punti di forza". "Le analisi e studi di mercato effettuati da OP Bivalvia - aggiunge Pan - hanno consentito di identificare e intercettare una esigenza ben precisa del mercato che chiede prodotti pronti all'uso, che sollevino il consumatore dalla fase di pulizia del mollusco e rendano i tempi di preparazione in cucina più veloci e meno impegnativi. Il nuovo impianto, studiato per venire incontro a queste esigenze, è quindi in grado di fornire produzioni di molluschi abbattuti e surgelati in vaschette pronte all'uso, accorciando così ulteriormente la filiera agroalimentare, a maggior tutela dei consumatori e a garanzia del lavoro dei produttori".