Veneto, presto intesa per export con regione russa Sverdlovsk -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 25 ott. (askanews) - "Una parte considerevole del PIL veneto è costituita dell'export - evidenzia Marcato - noi riusciamo ad esportare perché il made in Veneto è sinonimo di grandissima qualità. Non è un caso che le imprese più interessanti per la regione della Russia siano le imprese dei settori fashion, lusso, abbigliamento, arredamento e oreficeria."

Nel 2018, il Veneto ha esportato beni in Russia per circa 1,3 miliardi di euro, registrando una contrazione su base annua del -3,9%, una cifra che si aggira intorno ai 51milioni di euro. A determinare questo risultato negativo dell'export regionale verso la Federazione russa sono stati i beni del comparto meccanico (-38 milioni di euro rispetto al 2017), dell'industria chimica (-13 milioni di euro) e del settore dell'arredamento (-5 milioni di euro). Hanno, invece, registrato buone performance le vendite di produzioni del comparto agroalimentare (+5 milioni di euro), di beni delle "altre industrie manifatturiere" (gioielli, articoli sportivi e apparecchiature medicali) e del settore Moda (tessile, abbigliamento e pelletteria).

(Segue)