Veneto, Zaia: va trovata soluzione per centro asma a Misurina

Fdm

Venezia, 3 set. (askanews) - Per l'Istituto Pio XII di Misurina, uno dei centri europei più qualificati per la cura dell'asma, "va trovata una soluzione". Lo afferma il presidente della Regione veneto, Luca Zaia. L'Istituto è della diocesi di Parma, che, ammettendo difficoltà per un numero sempre più ridotto di accoglienze, ha prospettato l'eventualità di una chiusura.

"Ho parlato già tre volte con il vescovo mons. Solmi e anche con la direttrice Cardinali, persona efficiente e sul pezzo, nonché col presidente Arduini che è il presidente dell'opera - fa sapere Zaia -. Cercheremo di fare moral suasion e di parlare con le altre Regioni perché ci sia un impegno all'invio di bambini> che a Misurina possono curarsi senza ricorso ai farmaci. Zaia, dunque, respinge al mittente il comunicato di Aris, l'associazione nazionale degli istituti socio-sanitari.

"Non è assolutamente il Veneto che vuole la chiusura di questo istituto, anzi stiamo collaborando con la proprietà per salvarlo. Con note come quella dell'Aris si vuole trasformare la vicenda in un dibattito politico. Io resto allibito". Zaia ha smentito categoricamente le indiscrezioni che l'Istituto sarà ceduto per essere trasformato in hotel ("me l'ha assicurato la proprietà") o che sarà assorbito dal Codivilla di Cortina.