A Venezia cinema incontra letteratura:consegnati premi Bookciak

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 set. (askanews) - "Cinema e letteratura sono due cose che formano l'immaginario delle persone e qui si incontrano". Zerocalcare, presidente di giuria del premio Bookciak, Azione! coglie con le sue parole e la sua ironia ("Quando mi hanno chiamato - confida - ho pensato che c'entrassi qualcosa solo perché mi piacciono i libri e i film ma qui c'è molto di più: lo spirito del premio è cercare di accendere i riflettori su scrittori e registi esordienti"), l'essenza della rassegna ideata e diretta da Gabriella Gallozzi, in collaborazione con SNGCI, Spi-CGIL e LibEretà. Rassegna che a Venezia78 ha festeggiato i dieci anni premiando, nella serata di pre-apertura delle Giornate degli Autori, cinque bookciak ispirati a storie di resistenza. Resistenza alla pandemia, alla depressione, alle ingiustizie, nei mille luoghi e contesti in cui questa parola trova significato e compimento.

Nella sala Laguna al Lido Zerocalcare, affiancato dai giurati Wilma Labate, Teresa Marchesi e Gianluca Arcopinto, ha premiato i giovani vincitori della decima edizione: sul palco un nutrito gruppo di filmmaker under 35, provenienti anche da importanti scuole di cinema, insieme ai loro scrittori. Corti che non sono, banalmente, trailer dei libri scelti, ma opere autonome e originali che si ispirano a una storia, un personaggio o perfino a una frase dei testi, ma poi vanno oltre, approfondendo temi e offrendo suggestioni nello spazio essenziale del bookciak.

Ecco dunque i vincitori: Gianmarco Nepa vince con This is Fine liberamente ispirato a "Penelope alla peste" di Veronica Passeri (Castelvecchi), giornalista di Askanews. Bookciak realizzato nell'ambito del corso di regia presso la scuola di cinema IFA di Pescara (coordinatore Cristiano Di Felice)

Edoardo Martinelli vince con Damnatio Memoriae liberamente ispirato a "Sangue del nostro sangue" di Claudio Bolognini e Fabrizio Fabbri (RedStar Press). Bookciak realizzato nell'ambito del corso di video-design dell'Istituto Europeo di Design di Milano (coordinatrice Alessandra Pescetta).

Lorenzo Vitrone vince con Guardare attraverso liberamente ispirato a "Pesci di vetro" di Sergio Oricci (Gattomerlino).

Vincono la sezione Memory Ciak Mauro Armenante e Chiara Capobianco con Frammenti, liberamente ispirato a "Radici andata ritorno" di Vincenzo Mazzeo (LiberEtà).

Anche quest'anno, inoltre, nonostante le infinite difficoltà causate dal Covid, le ragazze della sezione femminile di Rebibbia hanno partecipato al concorso grazie all'impegno del gruppo di lavoro del liceo artistico Enzo Rossi, interno alla casa circondariale "G. Stefanini" di Roma. È nato così Penelope a Rebibbia, bookciak (ispirato ai racconti di Veronica Passeri) realizzato attraverso il lavoro di riedizione del materiale prodotto in questi anni dalle allieve-detenute nel corso dei laboratori interdisciplinari, coordinati dai docenti Lucia Lo Buono e Claudio Fioramanti, affiancati questa volta da Antonella Schirò.

I bookciak vincitori, dopo la prima veneziana proseguiranno il loro tour attraverso un prezioso circuito di festival che li porterà fino a Parigi al Festival Vo-VF. Traduire le monde, dedicato alle traduzioni letterarie.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli