Venezia e stop grandi navi, Cacciari: "Bene, ma no alternativa in stile Mose"

·1 minuto per la lettura

"Bene le grandi navi fuori dal bacino di San Marco, era tempo, ma adesso la soluzione non potrà essere come per il Mose: la più lunga, la più difficile e la più costosa, che ha permesso di 'pascolare' a tanti". Così all’Adnkronos l’ex sindaco di Venezia Massimo Cacciari commenta il decreto di ieri del governo sulle grandi navi. "E la soluzione più complicata e costosa è appunto quella del porto offshore, che creerà un gran traffico in laguna per portare con le navette avanti e indietro i passeggeri delle grandi navi - avverte - La soluzione più semplice e meno costosa che propongo da anni è quella di un porto attrezzato a Marghera per le navi da crociera che dovranno percorrere lo stesso canale delle navi mercantili, con i passeggeri portati a Venezia sul tram o su autobus ma è una soluzione che verrà di certo scartata perché è la più semplice e la meno costosa", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli