A Venezia l’appello di Zelensky. Deneuve e Clinton sul red carpet

featured 1643801
featured 1643801

Venezia, 1 set. (askanews) – Hanno sfilato molte star sul primo tappeto rosso della 79. Mostra del cinema di Venezia ma nella serata di inaugurazione non è mancato l’appello del Presidente Zelensky perché il mondo del cinema non resti indifferente di fronte alla guerra in Ucraina. “La vostra posizione è importante, la vostra voce conta, le vostre parole sono forti” ha detto Zelensky in un videomessaggio proiettato durante la cerimonia di apertura. E sicuramente Catherine Deneuve, premiata quest’anno con il Leone d’oro alla carriera, non nasconde la sua vicinanza al popolo ucraino: ieri si è presentata all’incontro con i giornalisti con un vestito azzurro e una spilla con la bandiera ucraina.

Sul red carpet serale la diva francese era invece tutta in rosso, mentre sobri ed eleganti, vestiti di nero, hanno sfilato regista e interpreti del film di apertura, “White noise”: Noah Baumbach, Adam Driver, Greta Gerwig. (da 01.09 a 01.30). E dagli Stati Uniti è arrivata anche Hilary Clinton: l’ex segretario di Stato Usa sarà l’ospite d’eccezione di un evento organizzato da Diane von Furstenberg, in rappresentanza dell’organizzazione Vital Voices Global Partnership, che incentiva la leadership femminile.

Sempre impeccabile ed elegantissima l’attrice Julianne Moore, quest’anno Presidente della giuria che assegnerà il Leone d’oro. (da 00.10). Padrone del red carpet le super modelle Alessandra Ambrosio e Mariacarla Boscono.