Venezia, la Rinocerontessa di Fellini alla regata storica

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Venezia, 5 set. (askanews) - Il Fellini Museum, polo museale diffuso dedicato al genio di Federico Fellini che ha aperto le porte al pubblico lo scorso 19 agosto, è sbarcato a Venezia in occasione della Mostra del Cinema attraverso un ambasciatore molto speciale: la grande scultura in jesmonite che effigia la rinocerontessa, protagonista di alcune delle scene più potenti e suggestive dell'immaginifico film felliniano E la nave va, che ha preso parte al corteo della Regata Storica sul Canal Grande.

La grande femmina di rinoceronte riproduce fedelmente quella ideata da Valeriano Trubbiani per il film e che ha stabile collocazione nella piazzetta San Martino di Rimini accanto all'appena inaugurato Fellini Museum. La rinocerontessa, così lontana dalla iconografia felliniana classica, in poche settimane è già assurta a icona della più grande istituzione espositiva europea dedicata a un regista cinematografico.

La scultura è realizzata da Rita Rivelli di Studio Forme di Roma, eccellenza nel campo del restauro artistico, in collaborazione con PolyFantasy, ed è una copia più leggera di quella collocata a Rimini, da destinare al Gran Tour: lunga 4,5 metri, alta 2,5 metri, 200 kg di peso, la rinocerontessa ha partecipato alla regata storica su una bissona di 12 metri, spinta da 4 vogatori, battente bandiera Fellini Museum. I veneziani che per Rimini hanno vogato la bissona, impegnandosi a portare una barca difficile, sono: Giorgio Bertoldi poppiere, Michael Hauesser lai, Nicoletta Rubinato sentina, Laura Fincato provina.

Alla conclusione della regata la scultura è stata collocata in deposito nel Bacino dell'Arsenale e a partire da lunedì 6 settembre approderà al Lido, dove resterà sino alla conclusione del Festival del Cinema.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli