A Venezia le chiese restano senza fedeli, il parroco sospende la messa

“La S. Messa è sospesa per mancanza di fedeli. Don Mario è disponibile su richiesta”. (Getty)

Troppe chiese in rapporto ai fedeli. Nella piccola isola delle Vignole, don Mario Sgorlon lo ha scritto chiaro e tondo: “La S. Messa è sospesa per mancanza di fedeli. Don Mario è disponibile su richiesta”. Per evitare sprechi, insomma. Il caso di Vignole non è isolato, anche a Venezia chiuderanno diverse chiese. “Don Mario è stato simpatico e immediato e forse anche un po’ provocatorio”, commenta al Corriere della Sera, Francesco Moraglia, il patriarca di Venezia.

Urge un’ottimizzazione degli spazi. “Sto per iniziare una visita pastorale che attraverserà tutte le parrocchie della Diocesi – spiega il porporato – e che aiuterà lo sviluppo di questo cammino”. La strada è segnata. “A Venezia ci sono problemi conservativi urgenti riguardanti molte chiese. Il loro numero, un centinaio in città, è superiore alle esigenze delle comunità liturgiche, dovendo fare i conti un’innegabile flessione demografica”, prosegue il patriarca.

Credits: Getty

Oltre che a restare senza fedeli, gli edifici religiosi rischiano anche di rovinarsi e di intaccare il loro grandissimo valore artistico. “Ma non può esserci un restauro senza una comunità viva che se ne faccia carico, un edificio senza vita è destinato all’abbandono”, aggiunge Moraglia. Come verrano utilizzati gli edifici dismessi? “Stiamo pensando di valorizzarli come luoghi di catechesi o di proposta culturale, attraverso l’arte in tutte le sue forme”, conclude il porporato. In altre parole, c’è la possibilità che la chiesa non più utilizzata dai fedeli possa diventare una biblioteca, una galleria d’arte, un sede per concerti di musica religiosa e via di questo tenore.

Al momento le chiese non più frequentate dai fedeli sono una decina in tutta Venezia. Dopo la visita del patriarca Moraglia, potrebbero raddoppiare il loro numero. La popolazione rimasta a Venezia è di circa 55mila persone, i luoghi sacri sono troppi. Si tratta di una normale “riorganizzazione aziendale”, ma dal momento che si tratta della Chiesa, c’è qualcuno che ha paura di perdere la fede.


Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità