Venezia, a Mainetti premio Sorriso Diverso: “Diversità è unicità”

·1 minuto per la lettura
featured 1504795
featured 1504795

Milano, 9 set. (askanews) – “Il tema della diversità è centrale nel mio cinema perché credo che appunto la diversità è unicità e nel rispettarla ci si accorge della propria unicità, invece di pensare di appartenere a un club dei migliori”. Lo ha detto il regista Gabriele Mainetti dopo aver ricevuto il Premio Sorriso Diverso Venezia Award come miglior film italiano per “Freaks out”, presieduto da Diego Righini e con la direzione artistica di Paola Tassone.

“C’è tanto da imparare dai diversi che comunque si confrontano subito col dolore”, bisogna “riconoscere nella loro diversità la nostra diversità e vivere di inclusione e mai di esclusione che ha portato ai momenti storici più orrendi”.

La cerimonia – che ha visto anche la presenza di Sergio Iapino che ha ritirato il Premio speciale a Raffaella Carrà per la sua carriera cinematografica – è avvenuta presso il Venice Production Bridge dell Hotel Excelsior al Lido di Venezia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli