Venezia, De Poli: città in ginocchio. No polemiche, serve unità

Pol/Bac

Roma, 16 nov. (askanews) - "Venezia non ha bisogno di inutili polemiche, così come non servono i proclami. Noi veneti siamo abituati ai fatti concreti. Al Governo abbiamo chiesto di intervenire con il rifinanziamento della Legge speciale e con i primi stanziamenti per gestire l'emergenza. Stamane ho preso parte ad un sopralluogo in piazza San Marco insieme al presidente del Senato e al ministro dell'interno Lamorgese: la situazione a Venezia è gravissima. I danni sono ingenti e la città è in ginocchio". Lo afferma in una nota il senatore Udc, Antonio De Poli.

"In Parlamento vigileremo affinché gli impegni presi vengano effettivamente realizzati. In manovra mi sono fatto promotore di un emendamento per stanziare 150 milioni nel prossimo triennio a favore di questa città e della salvaguardia della Laguna. E' tempo di lavorare. Serve unità per il bene di questa città che oggi soffre", conclude De Poli.