Venezia, primi rimborsi e stop mutui

webinfo@adnkronos.com

E' stata firmata l'ordinanza di Protezione civile per l'utilizzo dei primi 20 milioni stanziati dal Governo per fare fronte all'emergenza acqua alta a Venezia. In particolare, il provvedimento prevede la corresponsione dei primi rimborsi a privati ed aziende che hanno subito danni per le maree, lo stop dei mutui per un anno e la nomina del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro a commissario delegato per l'emergenza. 

Venezia, Conte: "Da governo misure immediate, no slogan"  

Intanto il Centro Previsioni e Segnalazioni Maree del Comune di Venezia annuncia che a causa di un "rinforzo di venti di scirocco" è prevista per domani a Venezia una marea di 155-160 cm. Avverte, poi, che l'acqua alta si manterrà su valori elevati "per diversi giorni". Un primo picco è previsto per la notte, con 130 centimetri alle 3.05. Dopo essere momentaneamente calata a 110 cm alle 6.50, la marea raggiungerà un massimo intorno ai 160 cm alle 12.30 per poi scendere progressivamente fino a 45 cm la sera alle 19.55.  

"Sarà una giornata dura anche domenica" ha detto il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. "La mattina a Venezia è prevista una marea con un picco di 160 centimetri, ma le tendenze dei venti sono in diminuzione, pertanto la situazione dovrebbe rimanere ben più gestibile rispetto a quella di martedì notte, ce la faremo". "Martedì notte il picco che ha distrutto la città era a 187 centimetri, ed è stato determinato da una serie di concause, soprattutto un fenomeno molto particolare che ha visto venti di scirocco e di bora incunearsi in laguna. A ogni modo, quando arrivano di giorno di solito i fenomeni sono meno forti", ha tenuto a rassicurare il primo cittadino di Venezia.  

LA PROTESTA - Intanto è scattata la protesta degli attivisti di Friday For Future di Mestre. "Da Venezia a Matera, basta passerelle elettorali - uniti contro i cambiamenti climatici è tempo di agire" è il messaggio inviato, con uno striscione affisso al Ponte di Rialto, ai tanti esponenti politici saliti nella città lagunare dopo le ondate di piena. 

'Basta Lega, Venezia annega'. Una decina di giovani ha inscenato una mini contestazione all'arrivo della presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati a piazzale Roma, a Venezia, per fare il punto della situazione dopo le ultime acque alte eccezionali di questi giorni. Una protesta conclusasi pacificamente senza incidenti in pochi minuti.