Venezia, scontrino shock per due caffè: "Ho pagato, non riuscivo a reagire”

Venezia, scontrino da capogiro per due caffè:
Venezia, scontrino da capogiro per due caffè: "Ero scioccata, non riuscivo a reagire” (Facebook)

Una cifra da capogiro quella che una professoressa padovana ha dovuto pagare per due "macchiatoni" in un bar di Venezia. Le due tazzine di caffè macchiato, servite per di più al bancone, le sono infatti costate la bellezza di 24 euro.

Dopo aver saldato il conto, la donna ha deciso di denunciare l'accaduto prima a "La nuova Venezia", poi su Facebook: "Giovedì 9 giugno ero a Venezia con un'amica per una passeggiata - scrive la professoressa nella sua lettera-denuncia -. Entriamo al bar "Rivo Alto", sono le 18.30 e ordiniamo due macchiatoni che consumiamo al banco. Mi accingo a pagare e vedo che il conto è di 24 euro! 12 euro a macchiatone".

VIDEO - Cracco, di nuovo polemiche sui prezzi: quanto costa bere una spremuta

"Ho pagato - continua - perché ero scioccata. Ho sentito che era una truffa ma ci sono rimasta così male che non sono riuscita a reagire. Che vergogna e ho bisogno di dirlo e di denunciare questo comportamento", aggiunge la donna che ha spiegato anche aver provato a contattare il locale, senza riuscirci. Avrebbe però constatato attraverso il menu che il caffè costa tre euro, e non dodici come da lei pagato.

Dopo le polemiche e le sollevazioni social il proprietario del bar ha provato a spiegare l'accaduto: "La nostra clientela è veneziana - dice al Corriere del Veneto -, non abbiamo menù per turisti, non vorrei che la signora abbia pagato lo scontrino errato perché da noi un macchiatone al tavolo viene 3 euro, 1,20 al bar". E conclude: “Non ci interessano le recensioni negative. Dicano quello che vogliono, noi siamo in regola. I prezzi sono esposti. E facciamo pagare esattamente quello che riportano i menu”.

VIDEO - Carlo Cracco e lo scontrino esagerato, ecco quanto costa mangiare al ristorante del noto chef

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli