Venezia, Siae consegna 213mila euro di raccolta fondi per danni acqua alta a biblioteche

webinfo@adnkronos.com

Consegnati oggi dal Presidente della Società Italiana degli Autori e Editori, Giulio Rapetti Mogol, a Palazzo Franchetti-Istituto Veneto di Scienze Lettere e Arti, a Venezia, gli assegni circolari per le librerie, le biblioteche e i bookshop che hanno subito gravi danni a causa dell’acqua alta, a livello record di 187 cm, del 12 novembre, una crescita repentina dell’acqua dovuta al forte vento con raffiche intorno ai 100 km/h, tali da portare all’allagamento di buona parte del centro storico. Presenti alla consegna degli assegni, oltre al Presidente di Siae, il suo Direttore Generale, Gaetano Blandini, il Presidente dell’Associazione Italiana degli Editori, Ricardo Franco Levi l’assessore alla Coesione sociale del Comune di Venezia, Simone Venturini,  

Il ricavato della raccolta fondi lanciata da Siae lo scorso 15 novembre per aiutare biblioteche e librerie veneziane danneggiate dall’alta marea è andata a 28 realtà veneziane. La Società Italiana degli Autori ed Editori ha stanziato 150.000 euro, ai quali se ne sono aggiunti oltre 60.000 donati da altre collecting, associazioni, privati cittadini e dipendenti Siae per una cifra totale di 213.915,15 euro.  

"Amare la cultura, vuol dire proteggerla. La partecipazione straordinaria alla giusta causa dei librai veneziani - ha dichiarato il Presidente di Siae, Giulio Rapetti Mogol - conferma che i libri sono testimoni non silenziosi di una cultura che dobbiamo difendere, sia idealmente che concretamente. Essere al fianco di chi in questo momento sta vivendo una situazione di crisi è un dovere morale e sociale e mi commuove vedere che molti lo considerino anche un diritto, il diritto alla libertà di pensiero e alla partecipazione attiva".  

Un vero regalo natalizio per le 28 realtà che beneficiano dei fondi raccolti, proporzionalmente ai danni dichiarati e alla possibilità di riportare in attività gli esercizi nel corso delle imminenti feste natalizie. L’elenco è lungo. Le librerie: Erede Libreria Editrice Filippi,Libreria Bertoni Venezia di Bertoni Alberto Venezia, Libreria Toletta, Libreria Acqua Alta di Frizzo Luigi, Libreria Filippi di Filippi Franco, Libreria Giunti al Punto spa, Civita Tre Venezie, Libreria Editrice Cafoscarina, Libreria Einaudi, Libreria Goldoni s.r.l., Libreria Linea d'acqua s.a.s. di Zentilini Luca & C., Libreria Miracoli di Vascon Claudio, Mare di carta sas di Giussani C.&C., Segni nel Tempo di Federico Bucci, Libreria Studium, Libreria Marco Polo, Lido Libri, Libreria “Living in the past”, Ponte dei sogni, Libreria Emiliana, Amor del libro. Il book shop Ca’ Giustinian. Le biblioteche: Biblioteca Querini Stampalia, Biblioteca Milner-Ugo e Olga Levi, Istituto Veneto, Fondazione Cini, Fondazione Guggenheim e la Biblioteca del Centro di Studi Teologici Germano Pattaro.  

Il Presidente di Aie, Ricardo Franco Levi ha tenuto a sottolineare la vicinanza al gesto di solidarietà. "L’Associazione Italiana degli Editori, socia e parte integrante di Siae, - ha dichiarato - è felice e orgogliosa dell’iniziativa a favore delle librerie e delle biblioteche di Venezia che il Presidente Giulio Rapetti Mogol porta oggi alla sua concreta attuazione. Siamo vicini ai colleghi editori, ai librai, ai bibliotecari,agli operatori della cultura e ai veneziani tutti che oggi si battono per rimettere in piedi le loro attività". Al tavolo della presidenza, durante la presentazione dell’iniziativa, anche Giovanni Pelizzato, Presidente AliVenezia, Vice Presidente AliVeneto, e titolare della Libreria Toletta di Dorsoduro e Cristina Giussani, Presidente di Sindacato Italiano Librai di Confesercenti,e titolare della Libreria Maredi Carta a Santa Croce.  

"Nel nostro Paese la lettura è sempre a tassi molto bassi e le librerie indipendenti - ha fatto rilevare Cristina Giussani - faticano molto a resistere. Un evento come l’acqua alta del 12 novembre ha messo a dura prova le capacità di resistenza dei librai: per questo siamo molto grati alla Siae di aver deciso di contribuire ai danni subiti dalle librerie, dimostrando l’importanza che la Società Italiana degli Autori ed Editori pone sul lavoro dei librai nella promozione della lettura e della cultura sul territorio. Il Natale dei librai veneziani sarà certamente migliore grazie alla Siae".