Venezia sommersa, attivato il numero solidale per l’emergenza

Venezia sommersa, attivato il numero solidale per l’emergenza

Roma, 15 nov. (askanews) – La situazione a Venezia per l’acqua alta è critica. Il Dipartimento della Protezione Civile ha attivato un numero solidale a sostegno della città per 30 giorni. Attraverso i gestori telefonici che hanno aderito all iniziativa, sarà possibile donare due euro inviando un sms solidale o effettuando una chiamata da rete fissa al 45500.

Intanto, il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha inviato una lettera al Capo della Protezione Civile Nazionale, Angelo Borrelli, con cui ha chiesto la nomina del sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, a Commissario di Governo per la città e il suo territorio comunale, con riferimento alla dichiarazione di “Stato di Emergenza di rilievo nazionale”.

Piazza San Marco è rimasta chiusa, come deciso dal sindaco per tutelare l’incolumità di turisti e cittadini, tra la disperazione dei commercianti, soprattutto.

“E’ ora che si diano una mossa con questo Mose. Io lavoro qui in piazza ora sono qui a casa, senza lavoro e senza niente, purtroppo è così. Sono tutti magazzini qui a basso livello l’acqua arriva con poco, però così frequente non è mai stato. Nel ’66 avevo 10 anni ma me lo ricordo benissimo e ci sono stati molti più danni di quell’anno lì”.

Anche i turisti vogliono contribuire a sostegno dell’emergenza: “Io sarei disposta a dare un aiuto, io parlo da turista, è un peccato non vedere questi luoghi”.