Venezia: tributo a Raffaella Carrà, standing ovation per la showgirl

·2 minuto per la lettura

(dall'inviato Paolo Martini)

"Con la sua simpatia, la sua generosità, il suo altruismo, Raffaella Carrà ha rappresentato le caratteristiche migliori dell'Italia portandole in giro per il mondo". Con queste parole Roberto Cicutto, presidente della Biennale di Venezia, ha ricordato la popolare showgirl della televisione italiana, recentemente scomparsa, con un omaggio alla Mostra del Cinema. Alla memoria della Carrà è stato attribuito il Premio Speciale "Sorriso Diverso Venezia Award", riconoscimento collaterale ufficiale della 78esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, assegnato per la sua carriera cinematografica.

Le parole di Cicutto, durante la cerimonia di consegna, sono state accompagnate da una standing ovation e da un applauso lungo più di tre minuti. Il premio è stato ritirato da Sergio Iapino, il suo ex compagno impegnato adesso a "tenere viva la memoria di Raffaella".

“Questo premio è molto significativo - ha aggiunto Cicutto perchè sottolinea i valori umani e il significato della diversità e lo ritengo coerente con la carriera di Raffaella, che va ricordata con gioia. E' un'icona molto amata, un'icona inimitabile, che fa parte delle nostre vite: la sua presenza è ben più di un ricordo".

Da parte sua Iapino ha commentato: "Sono particolarmente felice per questo riconoscimento, perché tutti conoscono la carriera musicale e televisiva di Raffaella, ma pochi sanno del suo talento come attrice. Al cinema, come in televisione, Raffaella riusciva ad arrivare dritta al cuore della gente, perché la gente sapeva che lei parlava sempre con il cuore".

La cerimonia, che si è svolta presso lo Spazio Incontri Venice Production Bridge dell'Hotel Excelsior al Lido di Venezia, è stata presieduta da Diego Righini e Paola Tassone, rispettivamente presidente e direttore artistico del Premio. Madrina dell'edizione 2021 del premio l'attrice, cantante e conduttrice Arianna, vicina ai temi della solidarietà e dell'impegno sociale. Il premio per il Miglior Film Italiano è stato consegnato al regista Gabriele Mainetti per il suo "Freaks Out", mentre Alexandre Moratto si è aggiudicato il premio come Miglior Film Straniero con "7 Prisoner".

Promosso dall'Università Cerca Lavoro (che firma anche il Festival Internazionale del film corto 'Tulipani di Seta Nera') e realizzato in collaborazione con Dream On, il Premio ha visto in nomination 18 pellicole, scelte in accordo con la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia dalla giuria di esperti presieduta da Catello Masullo e composta da Paola Dei, Franco Mariotti, Rossella Pozza, Armando Lostaglio e Marcello Zeppi. Sponsor del Premio è il luxury brand "Cinzia Diddi Firenze", creato dalla stilista e scrittrice Cinzia Diddi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli