Venezuela, Bernini (Fi): M5s non pu dare lezioni a nessuno

Pol-Afe

Roma, 15 giu. (askanews) - "I Cinque Stelle hanno tutto il diritto, fino a prova contraria, di difendersi dalle accuse di finanziamenti illeciti arrivati dal Venezuela. Ma , avendo per anni alimentato la cultura del sospetto, oggi non possono usare un metro diverso, versando veleni sui 'partiti che starnazzano', e che invece stanno solo chiedendo di fare luce sugli innegabili rapporti con il regime chavista di Maduro. Dopo due anni di governo il Movimento dovrebbe astenersi dal rivendicare una immotivata superiorit politica, smentita prima di tutto dall'aver formato prima un governo di destra e poi uno di estrema sinistra, scendendo sotto il minimo etico del peggior trasformismo italiano. Senza dimenticare le assunzioni clientelari nei ministeri, lo scandalo dei rimborsi, le spese pazze del trasvolatore Parisi dell'Anpal, i navigator assunti per stare a casa e il reddito di cittadinanza finito anche ai boss mafiosi. Sarebbe questo il 'profondo cambiamento' realizzato nel Paese?" Lo afferma in una nota la presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini.