Venezuela, MSF: profughi in Brasile in condizioni precarie -3-

Red

Roma, 30 ago. (askanews) - "Trattiamo condizioni legate alle scarse condizioni igienico-sanitarie, come la diarrea. Ci sono anche molte persone con sintomi influenzali, polmonite, sinusite e otite. Anche parassiti intestinali e scabbia sono molto comuni" spiega la dott.ssa Mariana Valente di MSF, che lavora in un centro sanitario gestito dalla municipalità di Boa Vista in un'area, il Distretto del 13 settembre, dove vivono molti migranti e richiedenti asilo venezuelani.

Le persone che vivono in strada di solito trovano riparo in un'area dietro la stazione dei bus di Boa Vista. Ogni giorno al tramonto più di mille migranti e richiedenti asilo allestiscono una piccola tendopoli. Poche persone possiedono una tenda, ma l'esercito le fornisce a chi ne è sprovvisto, di solito sono piccole e condivise tra due o tre persone. I materassi non vengono forniti e chi non li ha dorme direttamente a terra. (Segue)