Venezuela, MSF: profughi in Brasile in condizioni precarie -6-

Red

Roma, 30 ago. (askanews) - Per ora, i punti di distribuzione dell'acqua nei campi restano scarsi. L'acqua utilizzata per lavare le pentole e i vestiti deve essere portata da fuori nei secchi e le latrine sono spesso ostruite. Nella cucina comune le persone cucinano su fuochi aperti. Mangiano qualunque cosa venga dato loro, di solito carne e riso. Ma anche in cucina le condizioni sanitarie non sono ottimali. L'umidità e la scarsa igiene aumentano la diffusione di zanzare e scarafaggi, e questo può rapidamente condurre a un aumento delle malattie.

Nemmeno le persone nel campo Pintolândia hanno la prospettiva di poter migliorare la loro situazione, perché non sono incluse nel programma di "interiorizzazione" in Brasile. Questo modello del governo, supportato dalle Nazioni Unite, permette a migranti e richiedenti asilo e alle loro famiglie di essere trasferiti volontariamente in altre aree del paese, ma le persone indigene non possono farne richiesta.(Segue)