Venezuela, Unhcr: rischi per venezuelani vulnerabili in fuga -5-

red/Mgi

Roma, 19 lug. (askanews) - Il monitoraggio delle esigenze di protezione è continuo, così da poter sviluppare un quadro e un'analisi più dettagliati della situazione dei circa 3,3 milioni di venezuelani attualmente presenti in altri Paesi dell'America Latina e dei Caraibi.

Considerati i rischi derivanti dall'assenza di documenti, l'UNHCR accoglie con favore la strategia concordata dai governi della regione a Buenos Aires il 5 luglio scorso per facilitare l'integrazione di rifugiati e migranti venezuelani, grazie anche al rafforzamento dei processi di registrazione e di ottenimento dei documenti. La strategia rientra nel Processo di Quito, un'iniziativa condotta dai governi al fine di armonizzare le politiche e le prassi statali, coordinare la risposta umanitaria e migliorare l'accesso ai servizi e ai diritti per rifugiati e migranti venezuelani.

A completamento di tali sforzi compiuti dagli Stati e al fine di rispondere alle esigenze di protezione, assistenza e integrazione di rifugiati e migranti venezuelani, ad aprile 2018 è stata istituita una Piattaforma regionale di coordinamento inter-agenzie (Regional Inter-Agency Coordination Platform), mentre lo scorso dicembre è stato lanciato un Piano Regionale di Risposta per rifugiati e migranti (Regional Refugee and Migrant Response Plan).