Venezuela, Usa accusano Maduro: vuole bloccare rielezione Guaidò

Fco

Roma, 20 dic. (askanews) - Gli Stati Uniti hanno promesso di "rafforzare" le sanzioni contro il presidente del Venezuela Nicolas Maduro, accusato di fare di tutto per impedire la rielezione del rivale Juan Guaidò alla guida dell'Assemblea nazionale.

L'Assemblea nazionale, considerata dal governo americano come "l'ultima istituzione democratica in Venezuela", eleggerà il 5 gennaio il presidente per il 2020. L'anno scorso, era stato eletto il giovane Juan Guaidò, che si era autoproclamato presidente ad interim del Paese in crisi ed era stato riconosciuto dagli Stati Uniti e da oltre cinquanta altri stati. Ma quasi un anno dopo, malgrado rigidissime sanzioni, Washington non è riuscita a persuadere il leader socialista Nicolas Maduro a fare un passo indietro. "Nel 2019, l'Assemblea nazionale è stata oggetto di attacchi da parte del regime di Maduro per impedirne il funzionamento" e "questi attacchi sono aumentati nelle ultime settimane", ha denunciato l'emissario americano per il Venezuela, Elliott Abrams.(Segue)