Venier: "Gli haters scrivono 'sei vecchia, mettiti a dieta'. Sono donne infelici: a 70 anni sono libera"

·2 minuto per la lettura
- (Photo: Elisabetta A. Villa via Getty Images)
- (Photo: Elisabetta A. Villa via Getty Images)

Mara Venier posta una foto su Instagram e gli haters attaccano: “Tagliali, sei troppo vecchia”, “Non bere, mettiti a dieta”. La conduttrice replica alle utenti: “Carissima, purtroppo mi vedo costretta a mandarti af*****lo!”, “Ma perché mi devi rompere?”. Dopo il botta e risposta, il web si è schierato con la conduttrice al grido di “Mara sei tutti noi”.

Oggi, intervistata dal quotidiano La Stampa, la Venier racconta: “Scrivono donne infelici, a 70 anni sono libera. Non devo rendere conto a nessuno di niente. Non sono tante le mie colleghe a settant’anni che sono ancora qua. E voglio dire una cosa a tutte le donne: non ho maiavutotante offertedi lavoro come in questo momento e non solo dalla Rai”. La presentatrice prosegue:

“Non sopporto più la fissa del sei vecchia, sei grassa, hai i capelli lunghi... Sono donne non troppo giovani a scrivere queste cose. Io non sto bene da tre mesi, ho un nervo lesionato, sto prendendo farmaci, ho passato con mio marito un’estate in salita. Posto una foto con un bel tramonto e con lui accanto, mi sentivo felice e scrivo che ci facciamo un mojito, ed ecco che arriva il commento “tagliatii capelli perché sei vecchia”.Mi ha fatto male, ma solo un attimo, poi mi sono detta, chevuoi? E ho reagito”.

“Penso che tutto parta dall’infelicità”, dice la conduttrice. E sulle critiche ai capelli e all’età:

“Ci fosse una volta che lo scrivono di un uomo. Una può dire ‘tu come conduttrice non mi piaci’. Lo accetto se metti in discussione il mio lavoro.
Ma sull’età e sull’aspetto fisico veramente diventa bullismo, come quello che subiscono i ragazzi”.

Mara Venier prosegue raccontano di alcune fake news circolate sulla paresi facciale che nei mesi scorsi l’ha colpita dopo un intervento odontoiatrico per impianto dentale.

“Tre settimane fa mi arriva un audio di un medico che diceva che io ero ricoverata al Policlinico perché il mio problema della paresi era dovuto al vaccino. Questo audio ha fatto il giro del web. Quel medico va denunciato, io non sono mai stata ricoverata al Policlinico e il vaccino non c’entra niente con quello che ho avuto”.

La conduttrice conclude invitando a un maggiore controllo dei contenuti diffusi online:

“Io sono una donna corazzata, ma tutti questi insulti possono ferire e
portare anche a reazioni molto serie. Per cui bisognerebbe che ci fosse anche un minimo di controllo. Il mio caso del vaccino è emblematico”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli