Veolia e Suez, dopo la battaglia raggiunta intesa per fusione

·1 minuto per la lettura
featured 1271850
featured 1271850

Milano, 12 apr. (askanews) – Veolia e Suez, i due colossi dell’energia e dell’ambiente francesi, hanno deposto le armi di battaglia e raggiunto ieri sera un “accordo di principio” per una fusione. In un comunicato congiunto i due gruppi hanno spiegato di essersi “accordati su una prezzo di 20,50 euro per azione SUEZ condizionato al raggiungimento dell’accordo per l’integrazione”. Veolia proponeva inizialmente un prezzo di 18 euro per azione, giudicato insufficiente dal concorrente.

La nuova Suez formerà “un’entità coerente e perenne” con un fatturato di “sette miliardi di euro”. Il nuovo gruppo invece diverrà un “campione mondiale della trasformazione ecologica” e avrà una fatturato di “37 miliardi di euro, attraverso l’opa su Suez, all’interno del quale resteranno tutte le attività strategiche identificate da Veolia”. Inoltre le due parti hanno “concordato di concludere degli accordi definitivo di fusione entro il 14 maggio” si legge nel comunicato.

I titoli Suez e Veolia sono balzati alla borsa di Parigi, al termine di una lunga battaglia finanziaria, mediatica e giudiziaria. Una battaglia che ha visto in questi mesi in prima linea anche i sindacati. Il timore infatti è che la fusione si traduca con il taglio di posti di lavoro.