Vercelli, M5S Piemonte: Cannata si dimetta, Cirio prenda posizione

Prs

Torino, 22 lug. (askanews) - "Una pagina nera per Vercelli ed il Piemonte, una vergogna che non può essere cancellata con semplici scuse. Le dichiarazioni di Giuseppe Cannata, vicepresidente del Consiglio comunale di Vercelli, rivolte alle persone omosessuali, rappresentano il punto più basso toccato dalla politica nella nostra regione". Così il Gruppo consiliare in Regione Piemonte del M5S, che ha chiesto "le immediate dimissioni di Cannata da ogni ruolo amministrativo".

"Chi diffonde simili messaggi di odio non può essere legittimato a rappresentare una comunità aperta e civile come quella di Vercelli", hanno proseguito i pentastellati piemontesi.

"Anche la Giunta regionale deve fare la propria parte per isolare l'autore di parole così violente ed ignobili condannando in ogni sede affermazioni di odio e di istigazione all'omofobia. Ci aspettiamo che Roberto Rosso, assessore regionale con delega ai diritti civili, che con Cannata condivide la medesima militanza in Fratelli d'Italia, prenda le distanze con forza da queste dichiarazioni. Se non dovesse arrivare una ferma presa di posizione da parte della Giunta Cirio siamo pronti a portare il caso in Consiglio regionale attraverso un atto di condanna", hanno concluso.