I Verdi scelgono Gualtieri: per noi niente primarie, solo Roma

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 10 giu. (askanews) - "Tra tutte le grandi città al voto, Roma è una anomalia: solo a Roma il Partito Democratico ha ritenuto di dover generalizzare il metodo delle cosiddette 'primarie' per la scelta del candidato-candidata e anche per la scelta dei presidenti di Municipio, evidentemente al fine di risolvere le pur legittime contrapposizioni interne alle correnti ed ai circoli del Pd romano. Questo tipo di confronto, tuttavia, non ci interessa". Guglielmo Calcerano co-Portavoce di Verdi-EuropaVerde a Roma è molto netto: spiega all'Askanews perché, alle primarie del centrosinistra la sua forza non partecipa, preferendo un confronto diretto con Roberto Gualtieri, candidato del Pd, su temi puntuali.

"I Verdi-EuropaVerde sono nella coalizione di centrosinistra per Roma sulla base della piattaforma programmatica e, consapevoli del consenso effettivo su cui possiamo contare, le passerelle elettorali le lasciamo agli altri", continua Calcerano, che sarà tra i protagonisti venerdì prossimo 11 giugno alle 11.30 di un primo confronto online con Roberto Gualtieri cui prenderanno parte, tra gli altri, il coordinatore nazionale Angelo Bonelli, la consigliera capitolina ex M5S Simona Ficcardi e l'ex presidente Wwf e figura storica dell'ambientalismo italiano Grazia Francescato.

Durante i tavoli di coalizione, ricorda Calcerano "ci siamo battuti affinché la conversione ecologica rivestisse un ruolo fondamentale nel programma comune, ed in effetti, nel titolo della Carta di intenti, 'Roma equa, Ecoogica, accogliente', è al secondo posto, ma io preferisco dire che è al centro. La piattaforma programmatica di coalizione contiene alcuni obiettivi per noi essenziali: consumo di suolo zero, impiantistica per il ciclo dei rifiuti, potenziamento delle infrastrutture di mobilità, lotta e adattamento al cambiamento climatico", sottolinea.

Inoltre, fin dall'annuncio della sua candidatura, continua Calcerano con Askanews "abbiamo espresso apprezzamento verso la figura di Roberto Gualtieri, quale leader della coalizione competente, in grado di garantire a Roma una efficiente gestione dei fondi straordinari del Pnrr, e credibile nel ruolo di interprete di tutte le varie anime del centrosinistra. Una candidatura autorevole che rende le primarie un passaggio di dubbia utilità, soprattutto nei municipi, e che non giova al consolidamento della coalizione".

Uno dei nodi ostativi, per i Verdi, è la scelta delle primarie anche per i Municipi: "ci pare non idoneo a garantire i principi di parità di genere e pluralismo nella rappresentazione delle forze politiche nelle proposte per i ruoli istituzionali, principi che erano stati fissati nel Regolamento organizzativo della coalizione, sulla base di una valutazione comune ai Verdi-EV e ad altre forze politiche". Verdi-EV "continueranno a lavorare all'interno del centrosinistra badando più alla sostanza che alla forma - assicura Calcerano - e per questo incontreremo pubblicamente il candidato sindaco Gualtieri venerdì per un confronto sui contenuti, ed organizzeremo anche nei Municipi eventi di discussione a cui sono invitati tutti i candidati e le candidate a Presidente di Municipio per il centrosinistra".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli