Verdoliva (Asl Napoli 1): non è pensabile usare strutture inadatte

Aff

Napoli, 26 mar. (askanews) - Per Ciro Verdoliva, direttore generale dell'Asl Napoli 1 Centro le dichiarazioni su "presunti errori su posti letto che andrebbero riutilizzati" sono prive "dell'indispensabile conoscenza non solo della situazione attuale, ma anche dei tempi di risposta che questa emergenza richiede". "I presidi ospedalieri Ascalesi, San Gennaro, Incurabili e San Giovanni Bosco non sono impiegabili per offrire in tempi utili una risposta alle esigenze di salute dei cittadini minacciati dal virus, e sarebbe un errore pensare - allo stato del'attuale scenario - di eliminare l'assistenza per altre patologie alla luce della crisi Covid-19" spiega Verdoliva.

Il direttore generale ricorda che "l'Ascalesi è una struttura inagibile per problemi strutturali, il San Gennaro è stato ridotto nei decenni scorsi in condizioni tali che servirebbero anni per poterlo rendere utile alla crisi Covid-19 (e del resto è stato oggetto di indirizzi precisi e puntuali da parte dei Ministeri affiancanti per l'uscita dal Piano di rientro; consequenzialmente è stato possibile riconvertire l'attività al servizio del territorio)". "Quanto agli Incurabili, - continua - il complesso è in condizioni note a tutti e il fatto che si consideri disponibile anche questo presidio (anche se parzialmente) denota un drammatico scollamento dalla realtà".

(segue)