Verissimo, Vittoria Puccini: “Non voglio più essere donna invisibile”

vittoria puccini

Vittoria Puccini è stata tantissime donne nei suoi film e a breve esordirà nella nuova pellicola “Il processo“. Dagli studi di Verissimo, l’attrice racconta il suo esordio a 20 anni e la lunga carriera nel mondo dei film. Il successo arriva con Elisa di Rivombrosa, in una delle fiction tra le più amate del piccolo schermo. Grazie a quel ruolo romantico Vittoria si cala nei panni di donne forti che sfidano le regole del tempo, donne indipendenti, audaci, ribelli. Donne che hanno fatto la storia. I suoi personaggi raccontano la società in tutte le sue sfaccettature, come “Baciami Ancora” di Gabriele Muccino. Ma il nuovo film è tutto da scoprire.

Vittoria Puccini: la carriera

“Quando rivedo il mio percorso, che è la mia passione, che è stato meraviglioso di divertimento, di passione, di fatica, è gratificante e mi emoziona moltissimo”. Sono le prime parole dell’attrice Vittoria Puccini ai microfoni di Verissimo. “Da bambina ero timida, introversa, non mi piaceva stare al centro dell’attenzione”. Questo lavoro, però, “mi ha fatto acquistare sicurezza, mi ha permesso di accettarmi di più. mi ha messo a mio agio”. Da giovane voleva fare la stilista, ma poi ha virato verso il cinema. L’adolescenza di Vittoria è stata particolare: “La grande insicurezza, il non piacersi mi faceva sentire a disagio. Non mi sentivo all’altezza degli amici, delle persone. Credevo di non essere abbastanza per gli altri”.

Avrei voluto fare una carriera universitaria” ha confessato Vittoria. Infatti, a 19 anni si era iscritta a legge provenendo da una famiglia di avvocati. Ma ben presto ha lasciato la carriera accademica e si è trasferita a Roma per un corso da attrice. I genitori, però, le avevano dato un ultimatum: doveva riuscire a tornare e iscriversi all’università. Ma in quegli anni è arrivato il provino per Elisa da Rivombrosa e da lì è partito il successo. “Il mio primo ruolo da protagonista” ha spiegato Vittoria.

La vita familiare

Vittoria ha avuto la prima figlia da giovanissima, ma ha svelato di non aver mai fatto vedere il suo film d’esordio alla ragazzina. “Siamo cresciute insieme e ora siamo due compagne di vita che si aiutano l’un l’altra” ha detto l’attrice. Oltre a questa ragazzina, ha anche un maschietto più piccolo. “Alessandro è stato un padre super presente” ha poi aggiunto.

Sull’amore, invece, “sono molto felice della mia storia con Fabrizio” ha confessato Vittoria. “Stiamo moto bene, ma il matrimonio non è mai stato un mio sogno. Però non lo escludo dalla mia vita”.

Il nuovo film

Elena è il pm che interpreta Vittoria nel nuovo film “Il processo“: il nome, non a caso, è uguale a quello della figlia. Molto dedita al lavoro, Elena cerca di ricostruire un rapporto che sta andando alla deriva. Ma non appena sta per partire, indaga sul caso di una ragazzina e si lega al fatto. Non intende mollare il processo e il marito la lascia. La serie è molto intensa: l’appuntamento è venerdì prossimo su Canale 5.