Vermicino, 40 anni fa la tragedia di Alfredino Rampi

·1 minuto per la lettura

Vermicino, 40 anni fa la tragedia di Alfredino Rampi, il bambino morto dopo la caduta in un pozzo artesiano profondo 80 metri. Era il 13 giugno del 1981: le speranze di 21 milioni di italiani, che da tre giorni seguivano in diretta sulla Rai a reti unificate i tentativi di recupero del bambino, si spengono insieme ad Alfredino, caduto in un pozzo artesiano profondo 80 metri e largo solo 30 centimetri. Nelle campagne di Vermicino, nei pressi di Frascati, anche il presidente della Repubblica, Sandro Pertini si era recato nella speranza di poter rivedere, come milioni di italiani, il bimbo uscire vivo da quel buco maledetto.

A quarant’anni dal tragico epilogo di una vicenda che rese evidente l’impotenza dei soccorsi, nonostante i mezzi tecnici e il grande cuore dei volontari, la Rai – che sperimentò in quell’occasione un’inedita, infinita diretta sulle tre Reti – propone una serie di iniziative editoriali a partire dall’informazione che ne fu protagonista e testimone.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli