**Vermicino: il soccorritore Moscardini, 'errore fu spettacolarizzazione dei media'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Altra odissea: "La trivella era sulla via Cassia e la macchina che doveva trasportarla al Tiburtino terzo, due poli opposti di Roma. Abbiamo recuperato le parti e trasportato il cingolato sul posto. Ma le strade erano bloccate dalla gente che andava a vedere lo 'spettacolo'. I carabinieri dirottarono le auto sui prati….".

Il resto è storia: "Dopo la morte del piccolo Alfredino, nonostante gli sforzi sovrumani i pompieri vennero presi a sassate dal pubblico che assisteva alle operazioni e furono apostrofati con appellativi pesantissimi. Questo intervento era trasmesso in mondovisione. La gente ci chiamava da ovunque, anche dall'America per dare suggerimenti. La sala operativa del comando di Roma a via Genova andò in tilt", mentre a Vermicino arrivavano volontari senza alcuna supervisione". (di Roberta Lanzara)