Verni (M5S): trasporto ferroviario lombardo in condizioni indegne

Alp

Milano, 26 nov. (askanews) - "I viaggiatori, i comitati e i rappresentanti dei Viaggiatori in Regione sono in piazza per esprimere la delusione per le condizioni indegne del servizio di trasporto ferroviario della Lombardia. Chiedono un servizio degno, più qualità, più treni, più carrozze, più manutenzione. Ci associamo alla loro battaglia e la portiamo avanti insieme a loro: le condizioni di viaggio in Lombardia sono indegne di un paese civile. Il centro destra è incapace di gestire il trasporto pubblico. La Lega invece di fare speculazione politica sulla pelle dei pendolari, pensi a ripristinare il servizio, che ancora oggi circola in forma ridotta". E' quanto ha affermato il consigliere regionale del M5S Lombardia, Simone Verni, che ha nel tardo pomeriggio di oggi ha presenziato alla manifestazione indetta dai Comitati dei pendolari lombardi sotto la sede di Trenord in piazzale Cadorna a Milano.

Questa mattina, nel corso del Consiglio regionale, i pentastellati lombardi avevano contestato la maggioranza di centro-destra, esponendo dei cartelli che facevano riferimento "al colloquio tra il capogruppo della Lega Roberto Anelli e il segretario regionale Paolo Grimoldi che fa intendere che i nuovi treni acquistati da Regione Lombardia saranno usati a scopi di propaganda elettorale e non sulle direttrici in difficoltà".

Chiedendo le dimissioni dell'assessora alle Infrastrutture trasporti e mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, il consigliere del M5S Lombardia, Marco Degli Angeli aveva spiegato che "l'assessorato non serve a nulla, è ormai un ministero di propaganda, Terzi deve fare un passo indietro, è chiaro a tutti che non decide nulla". "Per la Lega i treni sono merce elettorale - aveva poi aggiunto - e quelli nuovi andranno sulle linee più frequentate, per essere visti, e non su quelle allo sbando dove i pendolari trascorrono ore di inferno tra ritardi e soppressioni quotidiane".