Verona, due uomini trovati morti in casa: uccisi dal monossido di carbonio

·1 minuto per la lettura
uomini trovati morti verona
uomini trovati morti verona

Tragedia a Bosco Chiesanuova, comune in provincia di Verona, dove due uomini sono stati trovati morti insieme alle carcasse dei loro animali: ad ucciderli sarebbe stata un’intossicazione da monossido di carbonio.

Uomini trovati morti a Verona

Il rinvenimento è giunto dopo che domenica 19 dicembre i familiari dei due si erano rivolti ai Carabinieri perché impossibilitati a raggiungerli. Uno di loro, nato a Messina e residente a Sommacampagna, aveva agganciato l’ultima cella telefonica a Bosco Chiesanuova e pertanto i soccorritori di Protezione Civile e Vigili del Fuoco avevano fatto convergere lì le ricerche.

Dopo aver rinvenuto anche un’auto in contrada Prati, hanno trovato in una casa poco lontana il corpo dell’uomo e quello dell’amico insieme ai loro animali senza vita. Da una prima analisi sarebbero tutti morti intossicati da monossido di carbonio, ma i medici legali effettueranno comunque un’autopsia sui cadaveri per accertare la causa del decesso. Al momento non è chiaro cosa possa aver determinato l’esalazione, ma la pista più plausibile è quella di una stufa per riscaldarsi.

Uomini trovati morti a Verona: chi sono

Sul posto, oltre ai soccorritori, erano presenti anche i Carabinieri coordinati dalla pm Facciotti e il sindaco Claudio Melotti. I due uomini deceduti sono R.B., 51 anni, nato a Verona e residente in città, e P.D.F., classe 1971, nato a Messina e residente a Sommacampagna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli